UNA TRAGEDIA EVITATA PER UN SOFFIO

Ieri pomeriggio anche Poncarale ha rischiato di subire la sua personale tragedia annunciata per via dell’improvvisa aggressività di cani “domestici”. A nemmeno 7 mesi dalla morte della piccola Victoria, azzannata a Flero dai due pitbull di casa, ora potremmo essere qui a sbalordirci increduli per un’altra tragedia simile, evitata solo grazie ad alcuni piccoli dettagli.
Ma cerchiamo di andare con ordine cronologico, in modo da capire bene una situazione che mi sono deciso a raccontare perché riguarda da vicino me e le persone che me l’hanno raccontata, che sono tra le persone di cui so di potermi fidare in senso assoluto.
I quartieri moderni di Poncarale sono tipici villaggi della bassa, formati da piccole villette a schiera, con qualche metro quadrato di giardino, dove tutti vivono a stretto contatto, pur avendo lavori e abitudini diverse. Da qualche tempo, come nel resto d’Italia, la necessità di riempire la vita famigliare con animali domestici si è prepotentemente diffusa, al punto da richiamare spesso l’attenzione dell’opinione pubblica sui diritti ma anche sugli oneri e soprattutto sulla responsabilità nei confronti degli animali.
Proprio pochi giorni dopo la citata tragedia di Flero, in una di queste villette vengono acquistati, prendendoli dall’Europa dell’est, due cuccioli di cane lupo cecoslovacco (chiedo venia se la razza non è esattamente quella, ma non ho trovato sufficienti elementi per avere maggiori conferme) che si sono stabiliti in un contesto familiare molto simile a quello della tragedia di Flero: marito e moglie che vivono insieme ai genitori di lui; in questo caso però non ci sono figli piccoli.
La nuora sembra, agli occhi dei vicini, la vera padrona dei cani, quella che essi riconoscono come capobranco e che sembrano seguire ed obbedire con sottomissione.
Mano a mano che i cuccioli crescono, evidenziano sempre di più le caratteristiche tipiche di questa razza, vivaci, attivi, resistenti, coraggiosi e sospettosi, capaci di reazioni improvvise.
I vicini, soprattutto quelli con bambini, cominciano a preoccuparsi, memori della tragedia di Flero, per la possibilità che il giardino di casa possa essere inadeguato a contenere la vivacità e l’atleticità dei cani; ed infatti, una sera di qualche mese fa, i cani riescono ad oltrepassare la ringhiera del giardino e se ne vanno indisturbati fin sul Monte Netto, dove, senza spaventare né causare alcun danno, vengono ritrovati. Alcuni vicini cominciano a chiedersi se non sia arrivato il momento di segnalare la questione alle autorità, per evitare che, come successo a Flero, non ci si debba poi interrogare sull’omertà rispetto ad una situazione potenzialmente pericolosa. La polizia comunale quindi viene ad eseguire le opportune valutazioni sulla sicurezza della villetta, imponendo l’allestimento di una rete più alta in modo che i cani non possano scavalcare nuovamente. Le disposizioni vengono puntualmente rispettate dalla famiglia proprietaria dei cani, che si impegna anche ad aumentare i periodi di passeggiata degli animali.
Nel corso della giornata, capita spesso che insieme ai cani rimangano solo i due suoceri pensionati, mentre figlio e moglie sono fuori o al lavoro. In particolare, la suocera, sulla settantina, che non ha patente e appare anche fisicamente la più debole e indifesa, si trova spesso a riordinare da sola, con evidente disappunto, i danni arrecati al giardino o al pavimento dai due animali che intanto sono ormai diventati adulti, ed essendo un maschio ed una femmina, sono ormai pronti per mettere al mondo dei cuccioli. Solo un mese fa infatti, la femmina sforna una cucciolata di ben 5 elementi! Questo naturalmente aumenta inevitabilmente l’aggressivitá dei cani nei riguardi degli estranei. Fino a quando, un paio di settimane fa, uno dei due cani azzanna improvvisamente la suocera ad un braccio e una spalla. L’intervento del marito riesce a contenere la reazione dei cani, ma intanto la signora finisce in ospedale con diverse effrazioni.
Come ci si deve comportare con un componente della famiglia quando si comporta in modo inadeguato? Quante volte abbiamo sentito il detto popolare “i panni sporchi vanno lavati in famiglia” e quante volte abbiamo sentito di abusi e violenze inimmaginabili, proprio perché perpetrate all’interno della famiglia? Se è vero che anche i cani fanno parte della famiglia, anche loro, se non sono in grado di comportarsi in modo adeguato alla vita sociale, dovrebbero essere rieducati in strutture idonee. Ma non esiste alcuna legge che stabilisca un limite minimo di spazio in cui far vivere un cane, una regola che giudichi la sua attitudine alla vita in comune. È così, tra il disappunto di alcuni e il compiacimento di altri, si arriva a ieri pomeriggio, quando, nell’ozioso calore di questa inattesa estiva primavera, un urlo improvviso scuote il sonnacchioso silenzio del villaggio residenziale: il suocero, rimasto da solo in casa, con la moglie ancora in ospedale, viene improvvisamente attaccato dai cani. Protegge la testa ma i cani lo azzannano alle braccia, alle gambe, all’addome, trascinandolo per il giardino. Le urla non vengono però inascoltate: i vicini che sono nelle loro case non rimangono indifferenti.
Cosa fa di un uomo un eroe? Viviamo in un mondo di eroi che però al momento giusto sbagliano i rigori, ma nessuno vuole ammettere di essere un qualunque Robin, per citare una recente canzone di successo. Ho sempre ammirato coloro che sono in grado di prendere la decisione giusta, di cogliere l’attimo in una frazione di secondo. A posteriori è tutto più facile, sancire che cosa sarebbe stato meglio fare o non fare, il difficile è farlo in un istante. Ecco, secondo me l’eroe è colui che fa la cosa giusta al momento giusto. Spesso è la cosa più semplice; più frequentemente è la cosa più rapida. Così un vicino corre verso la villetta e, sprovvisto di armi (per fortuna) e di esperienza, cerca con un bastone infilato attraverso la rete di distrarre i cani dall’eccitazione accresciuta dal sangue che colora l’erba del prato e di allontanarli dall’anziano. Ne arriva un altro, un’altra chiama tempestivamente l’ambulanza, i carabinieri. La cosa più difficile in questi momenti è trovare la lucidità per fare immediatamente le cose giuste, senza perdere troppo tempo a pensarci. Arriva un passante con un altro cane al guinzaglio, i cani si distraggono e si allontanano dalla loro vittima; arrivano i carabinieri, riescono ad  entrare e ad approfittare del momento per liberare l’anziano. Arrivano i veterinari dell’ASL, ammansiscono i cani e, dopo aver preso anche il cuccioli, li portano via.
In serata le notizie sono confortanti: le ferite non sono molto profonde, il suocero subirá un’operazione per alcune suture, ma non  è in pericolo. Nemmeno ai cani è stato fatto nulla, si deciderá nei prossimi giorni, insieme alla famiglia, il loro futuro.
L’importante è che il destino questa volta abbia concesso una proroga, per riflettere su quale sia la scelta adeguata non solo per la comunità, ma anche per il nucleo famigliare, perché nessuno possa prendere da solo decisioni che condizionino la vita degli altri.

Immagine generica

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca

ELEZIONI REGIONALI 2018 A PONCARALE

Comune di PONCARALE

Sezioni presidente: 5 / 5 (Tutte) – Sezioni liste circoscrizionali: 5 / 5 (Tutte)
Candidati Presidente e Liste Voti %

 

FONTANA ATTILIO 1.696   51,37
LEGA LEGA 1.087   34,34
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 298   9,41
FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI 154   4,86
FONTANA PRESIDENTE FONTANA PRESIDENTE 60  1,89
NOI CON L'ITALIA - UDC NOI CON L’ITALIA – UDC 26   0,82
PARTITO PENSIONATI PARTITO PENSIONATI 17   0,53
ENERGIE PER LA LOMBARDIA ENERGIE PER LA LOMBARDIA 10   0,31
Totale liste 1.652
 

 

GORI GIORGIO 856   25,93
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 554   17,50
GORI PRESIDENTE GORI PRESIDENTE 96   3,03
+EUROPA +EUROPA 61   1,92
LOMBARDIA PER LE AUTONOMIE LOMBARDIA PER LE AUTONOMIE 45   1,42
CIVICA POPOLARE CIVICA POPOLARE 14   0,44
ITALIA EUROPA INSIEME ITALIA EUROPA INSIEME 11   0,34
LOMBARDIA PROGRESSISTA LOMBARDIA PROGRESSISTA 4   0,12
Totale liste 785
 

 

VIOLI DARIO 645 19,53
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE 627 19,81
 

 

ROSATI ONORIO 46 1,39
LIBERI E UGUALI LIBERI E UGUALI 47 1,48
 

 

DE ROSA ANGELA 35 1,06
CASAPOUND ITALIA CASAPOUND ITALIA 34 1,07
 

 

ARRIGHINI GIULIO 15 0,45
GRANDE NORD GRANDE NORD 15 0,47
 

 

GATTI MASSIMO ROBERTO 8 0,24
SINISTRA PER LA LOMBARDIA SINISTRA PER LA LOMBARDIA 5 0,15
 

 

TOTALE Candidati Presidente 3.301 100,00
Liste Circoscrizionali 3.165  

 

Elettori: 4.032 | Votanti: 3.373 (83,65%) Schede non valide: 72 ( di cui bianche: 28 ) Schede contestate: 0 | Dato aggiornato al 07/03/2018 – 18:02

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca

ELEZIONI POLITICHE 2018 A PONCARALE: SENATO

Collegio unin. 13 – TREVIGLIO – Comune di PONCARALE

Sezioni: 5 / 5 (Tutte)
Candidati uninominali e liste Voti %
SIMONA PERGREFFI 1.470 48,83
LEGA LEGA 989 33,45
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 318 10,75
FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI 124 4,19
NOI CON L'ITALIA - UDC NOI CON L’ITALIA – UDC 20 0,67
 

 

GIUSEPPE GUERINI 704 23,38
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 613 20,73
+EUROPA +EUROPA 58 1,96
CIVICA POPOLARE LORENZIN CIVICA POPOLARE LORENZIN 17 0,57
ITALIA EUROPA INSIEME ITALIA EUROPA INSIEME 6 0,20
 

 

MAURINA RAIMONDI 697 23,15
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE 675 22,83
 

 

MATTEO DE CAPITANI 54 1,79
LIBERI E UGUALI LIBERI E UGUALI 54 1,82
 

 

GIOVANNA SORTI 24 0,79
CASAPOUND ITALIA CASAPOUND ITALIA 23 0,77
 

 

  NADIA PEDRETTI 23 0,76
ITALIA AGLI ITALIANI ITALIA AGLI ITALIANI 23 0,77
 

 

MARCELLO PASQUALE PROTTO 22 0,73
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA IL POPOLO DELLA FAMIGLIA 20 0,67
 

 

VALLI’ ALIDA MORLOTTI 14 0,46
POTERE AL POPOLO! POTERE AL POPOLO! 14 0,47
 

 

MARIA PIA DI PRIMA 2 0,06
PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO - ALA PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO – ALA 2 0,06
 

 

TOTALE Uninominale 3.010 100,00
Proporzionale 2.956  

 

Elettori: 3.636 | Votanti: 3.082 (84,76%) Schede non valide: 72 ( di cui bianche: 35 ) Schede contestate: 0 | Dato aggiornato al 05/03/2018 – 04:55

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca

ELEZIONI POLITICHE 2018 A PONCARALE: CAMERA DEI DEPUTATI

Collegio unin. 08 – ROMANO DI LOMBARDIA – Comune di PONCARALE

Sezioni: 5 / 5 (Tutte)
Candidati uninominali e liste Voti %
ALESSANDRO SORTE 1.587 48,29
LEGA LEGA 1.076 33,28
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 344 10,64
FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI 107 3,30
NOI CON L'ITALIA - UDC NOI CON L’ITALIA – UDC 43 1,33
 

 

LUDOVICA PALOSCHI 784 23,85
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 674 20,84
+EUROPA +EUROPA 71 2,19
CIVICA POPOLARE LORENZIN CIVICA POPOLARE LORENZIN 18 0,55
ITALIA EUROPA INSIEME ITALIA EUROPA INSIEME 7 0,21
 

 

ANREA DELLAVEDOVA DETTO DELLINO FARMER 753 22,91
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE 736 22,76
 

 

COLOMBA PLEBANI 66 2,00
LIBERI E UGUALI LIBERI E UGUALI 63 1,94
 

 

LUCIANO VESCOVI 34 1,03
CASAPOUND ITALIA CASAPOUND ITALIA 33 1,02
 

 

FRANCESCO PUCCIO 23 0,69
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA IL POPOLO DELLA FAMIGLIA 23 0,71
 

 

ROSANNA CANESTRALE 14 0,42
POTERE AL POPOLO! POTERE AL POPOLO! 14 0,43
 

 

MASSIMO MENOTTI 13 0,39
ITALIA AGLI ITALIANI ITALIA AGLI ITALIANI 13 0,40
 

 

RICCARDO PASCA 10 0,30
GRANDE NORD GRANDE NORD 9 0,27
 

 

PAOLO FERRARA 2 0,06
PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO - ALA PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO – ALA 2 0,06
 

 

TOTALE Uninominale 3.286 100,00
Proporzionale 3.233
Elettori: 3.980 | Votanti: 3.373 (84,74%) Schede non valide: 87 ( di cui bianche: 41 ) Schede contestate: 0 | Dato aggiornato al 05/03/2018 – 05:47

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca

Leggere il Blog di Poncarale su Facebook senza account

Oggi mi è stato fatto notare che, con i telefonini di ultima generazione, il browser interno non permette la visualizzazione della pagina Facebook del Blog di Poncarale senza avere un account Facebook. In realtà, per superare questo ostacolo, basta digitare nel browser l’indirizzo della pagina nel formato per cellulari, ovvero questo:  m.facebook.com/blogdiponcarale

Da qui sarà possibile consultare tranquillamente le pagine del blog anche senza avere un account Facebook.

Lascia un commento

Archiviato in Varie

Risultati Primarie PD a Poncarale

Votanti: 83

ORLANDO N. Voti: 11 (13,25%)

RENZI N. Voti: 72 (86,75%)

Schede bianche / Schede nulle

Tutti i risultati per i circoli di Brescia al seguente link: http://www.pdbrescia.it/attachments/article/3885/RISULTATI_PRIMARIE_2017_definitivo.pdf

Lascia un commento

Archiviato in Comune

Le tariffe di AOB2

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente lettera inviata al direttore del Giornale di Brescia da par del consigliere comunale di minoranza Gianfranco Abiatico riguardante la gestione tariffaria delle forniture idriche nel comune di Poncarale da parte di AOB2:

Nonostante il lungo periodo di crisi e ristrettezze economiche con stipendi e pensioni fermi al palo da anni, inflazione ai minimi storici (si parla spesso di deflazione) c’è il costo di un servizio che invece, in controtendenza, sale in modo vertiginoso. Il riferimento è alle tariffe applicate ai consumi idrici e di depurazione, dalla società AOB2,che gestisce il servizio idrico nel Comune di Poncarale, dove risiedo. Rilevo che la tariffa dell’acqua per usi domestici e promiscui, per la fascia di consumi più bassa fino a 50 mc, negli ultimi 5 anni è passata da 0,28 a 0,45 €/mc con un aumento del 60%, praticamente il 10% di maggiorazione ogni anno. E che dire delle tariffa per la depurazione passata da 0,43 a 0,68 € /mc e la quota fognatura passata da 0,15 a 0,23 € /mc con gli stessi aumenti del 60% rispetto al 2012? Nonostante si sia tenuto di recente un referendum che ha confermato che l’acqua è un irrinunciabile bene pubblico, abrogando di fatto norme sulla privatizzazione, alcune aziende di gestione di questo importante servizio pubblico hanno continuato con determinazione la loro politica di aumenti delle tariffe protette dalla condizione di monopolio. Aumenti sarebbero giustificati da investimenti con la realizzazione di nuove opere per completare e migliorare la rete di distribuzione, ma a Poncarale l’acquedotto, la rete fognaria e l’impianto di depurazione sono stati realizzati a suo tempo a carico del Comune, pertanto, gli utenti di Poncarale, avrebbero diritto a tariffe agevolate. Mi chiedo anche come è possibile che l’Autorità che controlla e autorizza le tariffe da applicare, abbia avvallato aumenti così pesanti mentre dovrebbe tutelare la parte più debole, cioè gli utenti. Queste considerazioni non vogliono essere una polemica sterile ma una richiesta di spiegazioni e un appello al sindaco del mio Comune, che si faccia carico della questione nelle sedi competenti, tenendo monitorati i prezzi delle società a cui si affidano i servizi, affinché si adottino delle politiche tariffarie equilibrate e adeguamenti in linea con il tasso di inflazione reale.

G. Franco Abiatico
Consigliere Comunale Poncarale

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria